“Per fare ciò che si vuole bisogna nascere o re o stupidi”Lucio Amneo Seneca

In fondo, seduto sul trono, non l’avevamo mai visto. Parlo, naturalmente, di Re Giorgio che l’altra sera si è benevolmente concesso al suddito Costanzo, sempre più inzeppolato e prostrato ai suoi piè. Anche se non aveva la corona, l’ermellino e tutte quelle cianfrusaglie di cui, quando toglie il cappellino si fregia Elisabetta, ha finalmene mostrato quanto gli stesse stretto perfino l’abitino da Presidente che pure portava con eroica sopportazione cambiandosi in tutta fretta in un luogo oscuro (come Nembo kid-Clark Kent della nostra infanzia) quando occorreva.

Dietro l’apparente tranquillità di un’intervista – corredata da filmini sicuramente prefabbricati dalla consorte del suddito, genere C’è posta per te-,il sovrano, nel pieno esercizio delle sue facoltà, ha emanato i suoi editti, le sue pandette, con eloquio forbito ed elegante, ma sempre categorico. Ci ha amabilmente spiegato che il ragazzotto che ha piazzato a far la marionetta al governo, certo gli piace, se non fosse per certe intemperanze di carattere che lo infastidiscono; che la Signora Clinton è persona di sua fiducia; che non firmò il decreto Englaro perchè sta al re stabilire chi soffre, chi non soffre, come soffre, come si vive, come si muore; che vede Mattarella (ma chi è, Mattarella?) che ogni tanto lo consulta (e vorrei vedere!) e che ha la passione per il teatro.    …continua

Commenta

  • L’estate è stata ricordevole. La scatola che ci contiene e imprigiona sta chiudendosi. Moscerini a miliardi, più di 7 miliardi di cervelli, ai quali sta per esser preclusa ogni prospettiva. La verità resta fuori dello scatolone. A quel che pare, occorre vietarci ogni trascendentalità, come si dice tra kantiani. Embè? Take it easy. E poi,   …continua

  • Se è vero che un popolo ha il governo che si merita, quando ci sarà possibile meritare di non averne affatto? Paul-Jean Toulet Le mie sono impressioni di viaggio; sono emigrante da quasi vent’anni e il tempo stempera la rabbia dei patrii tradimenti, delle ingiustizie, cosi si soffre di nostalgia pura, estetica, sentimentale. La casa   …continua

  • Noi di quella generazione lì, strappata nel ’68 a un’infanzia beata, con tanto di scuole severe, grembiulini neri, zie nubili e confessioni al mercoledì con la tremarella nelle gambe, non avevamo peccati, ma non lo sapevamo; e nemmeno sappiamo come fummo inghiottiti in quella stagione stravagante, fanfarona e dogmatica che da diversi che eravamo, ci   …continua


  • Ho troppo poca fiducia in me stesso, per pensarmi… profeta. Tuttavia azzardo una profezia: tra alcuni anni saremo di nuovo tutti fascisti. Da tempo in   …continua

  • La dittatura si sta perfezionando. È cominciata con le nominations dei premier, ma non come al Grande Fratello, senza consultazione. Gli Euro-Führer ci giudicarono un   …continua

  • Ogni restituzione ad integrum – “restauro” d’oggetti d’arte, conservazione di complessi storici, etc. -, presuppone una precisa ʺteoriaʺ. Io credo, con Rosario Assunto (passim) e   …continua

  • Premessa: per conto mio, ho sempre pensato che le donne siano esseri umani maggiorati: più intelligenti di noi uomini se intelligenti; più cretine se cretine.   …continua

  • Mentre Allah, tramite il braccio armato dell’Isis, uccide, decapita, bombarda etc., noi Occidentali rispondiamo: a) in coro con Veronesi, Strada, Maraini, Saviano etc., ch’è tutta   …continua